Magazine

Luna Piena in Capricorno 2021

Il tempo di riconoscere i nostri traguardi e di comprendere che lo scopo della vita non è conoscere tutto ma esperienziarlo

Di Benedetta Marchi
24 Giugno 2021
luna piena in capricorno

24 giugno 2021. Luna Piena nel 3° grado del Capricorno alle ore 20:39. Arriva il tempo di riconoscere i nostri traguardi e di comprendere che lo scopo della vita non è conoscere e sapere tutto ma fare esperienza.

Siamo entrati nella stagione del Cancro, ogni stagione ha la sua Luna Piena corrispondente ed essa cade sempre nel segno al suo opposto nello zodiaco; in questo caso il Capricorno. Cancro e Capricorno, due dei quattro segni cardinali, al cui grado 0° il Sole cambia direzione nel cielo, quando passiamo alla prossima stagione, quando il cambio è visibile, dichiarato.

Questa Luna Piena in Capricorno parla di cambiamenti. Cambiamenti di coscienza nel singolo individuo e al tempo stesso nella collettività. Non temiamo il cambiamento ma cavalchiamolo.

Quando parliamo di cambiamento non deve sempre essere per forza un cambiamento materiale, un qualcosa che ci accade -o meglio che facciamo accadere- ma il cambiamento può essere molto più profondo, può riguardare la coscienza, la visione, la nostra essenza più profonda.

Oggi siamo testimoni di profondi cambiamenti, non cerchiamo sempre di comprenderli e lasciamo che la nostra coscienza possa guidarci attraverso l’esperienza, verso la crescita.

Non sempre sarà facile o leggero, perchè siamo portati a uscire dalla nostra area di comfort e potremmo sentirci come trainati da due forze opposte. Una che ci chiede di correre dietro alla nostra personale crescita, al successo, al progresso e l’altre che sente come un rinnegare in questo modo il passato, la famiglia, ma anche le nostre stesse convinzioni, ciò che fino ad ora abbiamo considerato, promosso ed espresso come verità.

Il Cancro rappresenta il nostro mondo interiore, la nostra storia, il nostro passato, il nostro vissuto, la famiglia, le origini, chi siamo. Il Capricorno invece ci ricorda chi vorremmo essere, gli obiettivi che vorremmo raggiungere, la persona che vorremmo diventare, le regole da seguire per il successo.

Con questa Luna Piena in Capricorno, come possiamo rimanere chi siamo e allo stesso tempo diventare chi vogliamo?

Ecco, sotto questa Luna Piena potremmo sentirci più spinte a chiederci quale sia lo scopo per cui siamo qui e a percepire il contrasto, a volte la lotta interiore tra l’onorare la nostra storia, gli antenati, i nostri maestri, gli insegnanti e il vissuto e lasciare andare ciò che ci ha formato fino ad ora per poter arrivare dove ci siamo prefissati, dove abbiamo sognato di essere, per poter diventare chi sogniamo di essere.

E allora quale può essere la soluzione?

Se ci ascoltiamo, possiamo percepire quella lotta, quel dibattito interiore; è un po’ come dover lasciare la famiglia che ami e che sai che ti continuerebbe ad amare e coccolare, la famiglia che ti proteggerebbe sempre se rimanessi al suo interno.

Ma sentiamo di dover lasciare, di liberarci da legami e pesi, per rincorrere un sogno, un destino.

Il dolore può essere molto forte, quasi lacerante, ma la consapevolezza che è necessario ci permette di fare quel passo.

Ricordiamoci però, che la soluzione non è mai lasciare andare completamente chi siamo stati, perchè chi siamo stati è parte di quel valore e quella conoscenza che portiamo con noi.

Chi siamo stati è parte del nostro bagaglio, il nostro zainetto. Importante è, che questo zainetto non diventi mai una zavorra e che periodicamente ci permettiamo di fare un check per buttare via ciò che ci appesantisce ma non ci serve e tenere invece quello che nel viaggio può essere importante.

Allo stesso tempo, se ci sbilanciamo troppo su chi vorremmo diventare, se buttiamo via quello zaino per correre più veloce, magari rischiamo di non essere attrezzati per la nostra avventura, e di sentirci comunque vuoti, di non riuscire a vivere a pieno l’esperienza perchè abbiamo lasciato a casa gli strumenti.

La soluzione, se vogliamo chiamarla così, possiamo trovarla nel mezzo, nel momento presente. Portare con noi uno zainetto leggero e rinascere la sua utilità mentre camminiamo nel sentiero ignoto della nuova esperienza.

Se ci pensiamo, il luogo di mezzo è dove siamo ora, dove siamo noi. La soluzione vera sappiamo essere sempre noi, la nostra coscienza e la nostra voce. Possiamo accogliere chi siamo, riconoscerlo e onorarlo ma poi andare oltre.

Noi ora, nel momento presente, siamo. Ed è esattamente questo il punto a metà tra ciò che siamo stati e ciò che vogliamo diventare. Ciò che siamo ora.

Se ci soffermiamo su questo concetto che può sembrare un gioco di parole, ma che possiamo sentire e percepire chiaramente, sotto questa Super Luna Piena in Capricorno, tutto apparirà più “lineare”, fattibile. L’attimo che stiamo vivendo, il presente è l’unico vero momento in cui possiamo vivere chi siamo stati e nel contempo esprienziare qualcosa di nuovo.

Rimanere troppo attaccati al passato non ci permette di evolverci e divenire la persona che possiamo diventare in questa vita, allo stesso tempo, quello che abbiamo vissuto, quello che ci è stato trasmesso nel DNA dai nostri antenati o da vite precedenti a seconda del vostro credo, è una conoscenza straordinaria e sedimentata in noi da cui attingere.

Se ci pensiamo sarebbe sciocco voler dimenticare una conoscenza così profonda e radicata; al tempo stesso, essa non deve considerarsi finita, completa e quindi limite alla nostra nuova crescita personale. La conoscenza, le credenze, il nostro vissuto non va dimenticato o lasciato andare, ma rivalutato, messo in discussione, elaborato e trasformato.

Perchè quella conoscenza possa raggiungere un livello ancora più alto, perchè la nostra esperienza possa dare un contributo alla coscienza collettiva e alle future generazioni.

Il rapporto tra il passato e il nostro vissuto, e il possibile futuro che ci aspetta, può trovare un sano equilibrio nel rispetto del passato e nell’apertura al futuro.

Perchè è proprio andando oltre quella conoscenza, quel vissuto, quella tradizione, quella credenza, quelle origini che la onoriamo davvero.

E’ dandoci la possibilità di andare oltre la nostra attuale verità e i nostri attuali credo che possiamo onorare davvero quell’esperienza familiare che ci ha nutrito, accolto, protetto e portato fino a qui.

L’onore non è reiterare una dinamica, un’espressione e un modo di fare. L’onore è portarla con noi, prendere il massimo e trasformarla nutrendola con nuova energia e nuove esperienze.

Così il sapere si accresce, così l’umanità si evolve, così riconosciamo di essere tutti parte di un grande organismo collettivo straordinario. Infinito e magico. Unico e cosi vario al tempo stesso.

Permettiamoci sotto questa Luna Piena in Capricorno di trasformare le nostre dinamiche quotidiane, ma sopratutto di lasciare che la trasformazione che già naturalmente avviene ogni giorno nel profondo di noi stesse possa giungere alla luce del sole. Che la nostra continua evoluzione possa esprimersi.

Che possa farlo, senza la paura di non essere riconosciuti da chi prima ci identificava in quelle dinamiche.

Senza la paura di venire rifiutati da chi forse non sarà più allineato con noi.

Senza la paura di non farcela da sole, perchè riconosciamo, che l’unico vero contributo che possiamo dare all’intera umanità passata, presente e futura è quello di esprimere al massimo noi stesse, la nostra crescita, la nostra evoluzione.

Che il cambiamento venga visto all’interno del quadro più ampio.

Connettiamoci alla coscienza collettiva e sentiamo come ognuno di noi sia un essere unico e insostituibile e come il suo massimo bene sia lo scopo ultimo della collettività di cui fa parte in un modo intrinseco e viscerale.

L’ultima cosa che voglio dirvi infine sotto questa Luna Piena in Capricorno è di permettere a voi stesse di osservare e onorare i cambiamenti che avvengono naturalmente dentro di voi, di non forzare una crescita perchè essa avviene naturalmente con un’intelligenza superiore alla nostra mente, e di sentire, percepire, assaporare la coscienza collettiva.

Questa rete infinita, sottile ma fortissima che ci lega gli uni agli così intimamente. Assaporatela e sentirete di far parte di un organismo con un potere superiore, un’intelligenza superiore e con uno scopo che va oltre ogni possibile sogno o desiderio del singolo.

Io sono te, tu sei me, noi siamo io e l’io siamo noi.

Buona Luna Piena Meraviglie, vi sento.

Vi ricordo Meraviglie, che ogni Luna e ogni movimento celeste può essere per noi un momento di riflessione, un’occasione di presa di consapevolezza e crescita e che le riflessioni che facciamo qui non scadono mai.

Anzi, è interessante rileggere articoli su altre Lune Piene o Lune Nuove, e ripetere quelle riflessioni, oggi, sotto una luce nuova, alla luce di una rinnovata consapevolezza.

Non pensate mai di aver perso un’occasione, ma tornate sulle vostre riflessioni più volte, per osservare i vostri profondi mutamenti e la vostra personale crescita.

Be Magic!

Resta in contatto
con noi

Iscriviti con il tuo indirizzo e-mail per ricevere
aggiornamenti e immagini in regalo!